In the hands of Migration

Queste fotografie sono state scattate a Ventimiglia, Italia in un campo profughi a ridosso del confine della frontiera francese. Questo lavoro oltre a voler documentare le condizioni i cui più di 300 persone sono costrette a vivere vuole anche lanciare un messaggio. Tra gli scatti ricorrenti sono le mani dei migranti e il contenuto che vi è nelle loro tasche. Simbolo della loro condizione di impotenza e nullatenenza.